I misteri del processo Monti e Tognetti

Read for free on Oodles App

Description:

Source: http://gutenberg.org

Copyright: This work is in the public domain in the USA only.

Estratto: ...Per questo avete voluto salvarlo, per questo volete condannare in vece sua il mio Gaetano! Ecco la giustizia che fate voi altri! e vi dite sacerdoti di Dio! La collera ribolliva nell'interno del prelato, ma il suo volto si manteneva atteggiato alla mansuetudine, e con voce pacifica, ripigliò: -Voi dunque, buona donna, venite a reclamare contro la salvezza di Curzio Ventura. -No, diss'ella, non m'importa che Curzio sia salvo, ne ho piacere anzi, perchè l'ho amato come un figliuolo, ma il mio Gaetano non dev'essere condannato; non voglio che sia sparso il sangue del mio povero figlio. -Povera donna! soggiunse ipocritamente il prelato. Io compatisco il vostro dolore di madre; me ne piange il cuore. Ma la giustizia deve avere il suo corso. -Che dite? gridò la donna infelice... Volete proprio assassinare il mio Gaetano? Ma allora io dirò... forte che tutti sentano... -Silenzio! esclamò il prelato, prendendola per un braccio. -Lasciatemi. Monsignore suonò un campanello. Si presentò un usciere. -Le guardie! gridò il prelato. L'usciere uscì, e dopo un istante entrò coi soldati di guardia. Intanto la mano vigorosa di monsignor Pagni tratteneva la disperata. -Sappiate tutti... essa urlava, che mio figlio... -Portate via questa donna; e impeditele di gridare, ordinò monsignore alle guardie. I soldati si lanciarono sulla povera vecchia; la ridussero all'impotenza e al silenzio; e la trassero via. L'usciere avvertì il prelato che il Supremo Tribunale si stava raccogliendo nella gran sala. XXIV Una seduta della Sacra Consulta. Tutti erano al loro posto: i dodici giudici in sottana paonazza sui loro scanni, e fra essi il presidente in seggio più elevato; monsignor relatore alla sua tribuna, il procuratore del fisco al suo scanno, e dirimpetto a lui il difensore, l'avvocato Leoni. Gli uscieri chiusero tutte le porte. In mezzo al silenzio universale il presidente si levò in piedi, e tutti l'imitarono. Egli invocò il nome santissimo...